Contatti | Mappa del sito
HomeAssociazioneStrumentiApprofondimentiCall center tecnicoImprese e prodottiNotizieIn evidenzaAderire a UNICMIArea Riservata

Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche dell'Involucro e dei serramenti

Venerdý, 22 Settembre 2017
Home arrow Consulenze e servizi arrow Bonus Ricerca & Sviluppo
BONUS RICERCA & SVILUPPO PDF Stampa E-mail
Bonus ricerca e sviluppo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Bonus Ricerca e Sviluppo 2016, ossia il credito d’imposta introdotto dalla Legge di Stabilità 2015, è un bonus fiscale pari al 50% o al 25% delle spese sostenute nel 2016 in eccedenza rispetto alla media dei costi sostenuti per i medesimi investimenti effettuati nel triennio 2012-2014 (spesa incrementale). Per le imprese costituite da meno di tre anni, la media degli investimenti da considerare per il calcolo della spesa incrementale deve essere calcolata sul minor periodo a decorrere dal periodo di costituzione.

 

BENEFICIARI

Possono beneficiare del credito d’imposta tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore in cui operano nonché dal regime contabile adottato e dalle dimensioni, che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo.

 

ATTIVITÀ AMMISSIBILI

A titolo esemplificativo sono ammissibili le spese relative a:

  • sviluppo di nuovi prodotti ad elevate performance
  • sviluppo di innovativi sistemi di produzione e/o tecnologie di processo
  • certificazioni volontarie di prodotto
  • studi sul Ciclo di Vita dei prodotti (LCA) ed in generale sull’impatto ambientale
  • interventi di incremento dell’efficienza energetica di processo
  • sostituzione/inserimento di nuovi software, cambio layout o inserimento nuovi macchinari
  • sviluppo di piattaforme/strumenti software proprietari
  • ecc..

 

Non si considerano attività di ricerca e sviluppo le modifiche ordinarie o periodiche apportate a prodotti, linee di produzione, processi di fabbricazione, servizi esistenti e altre operazioni in corso, anche quando tali modifiche rappresentano dei miglioramenti.

 

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili i costi di competenza 2016 direttamente connessi allo svolgimento delle attività di ricerca e sviluppo (R&S), anche per progetti conclusi non positivamente. Rientrano i costi per:

a) personale laureato e non, impiegato in azienda nelle attività di R&S

b) spese relative a contratti di consulenza con imprese, professionisti, start up innovative, università ed enti di ricerca

c) quote di ammortamento delle spese di acquisizione o utilizzazione di strumenti e attrezzature di laboratorio

 

CONTRIBUTO

L’investimento minimo per accedere allo sgravio fiscale è pari a € 30.000.

  • lo sgravio fiscale è pari al 50% della spesa incrementale dei costi per il personale laureato e per la consulenza
  • lo sgravio fiscale è pari al 25% della spesa incrementale dei costi del personale non laureato

 

Il beneficio massimo annuale è ammesso fino a € 5 milioni per ciascun beneficiario

 

MODALITÀ DI FRUIZIONE DEL CREDITO DI IMPOSTA

Il credito può essere utilizzato in compensazione nel modello F24.

 

CUMULO

Non concorre alla formazione del reddito, né della base imponibile IRAP.

È cumulabile con altri contributi o altre agevolazioni.

Non è un aiuto di stato concesso in “De Minimis”.

 

UNICMI e lo Studio Botta & Associati sono a disposizione, senza impegno, per una valutazione preliminare dei progetti di ricerca e sviluppo sui quali verterà l’agevolazione.

Inoltre sranno in grado di predisporre l’intera documentazione tecnico-amministrativa volta a supportare le imprese nella fruizione del credito d’imposta.

 

 

VOGLIO ESSERE CONTATTATO PER UN APPUNTAMENTO

 
2 punti srl