Contatti | Mappa del sito
HomeAssociazioneStrumentiApprofondimentiCall center tecnicoImprese e prodottiNotizieIn evidenzaAderire a UNICMIArea Riservata

Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche dell'Involucro e dei serramenti

Mercoledì, 22 Maggio 2019
Home arrow Notizie arrow Ultime notizie arrow Divisione AIPPEG di UNICMI
Divisione AIPPEG di UNICMI PDF Stampa E-mail
gruppo di lavoro CEN TC 128 SC11 WG1 14 Marzo 2019

Gruppo di lavoro CEN TC 128 SC11 WG1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Divisione AIPPEG di UNICMI ha ospitato il 12 e 13 marzo 2019 la riunione del gruppo di lavoro CEN TC 128 SC11 WG1 “Double skin metal faced insulating sandwich panels for roofing and cladding”.

 

La riunione ha avuto come oggetto la revisione della norma EN 14509 “Pannelli isolanti autoportanti a doppio rivestimento con paramenti metallici”, ovvero della norma secondo la quale vengono dichiarate le prestazioni del prodotto per la sua marcatura CE e l’immissione sul mercato europeo.

 

L’indirizzo ormai condiviso è quello di articolare la norma tecnica su due parti distinte:

 

la parte 1 per i pannelli impiegati per il solo tamponamento delle costruzioni

la parte 2 per i pannelli che danno un contributo alla resistenza strutturale della costruzione.

 

Con riferimento alle modalità di dichiarazione della prestazione e dell’effettuazione dei controlli da effettuare in produzione, la parte 2 sostanzialmente recepisce le procedure già in vigore su altri mercati europei. Se poi si considerano le indicazioni della legislazione italiana sul tema (NTC2018) risulta una porzione significativa del mercato dei pannelli sandwich sarà ricoperto dalla parte 2 della norma e quindi seguirà il rispettivo iter di qualificazione. Nelle intenzioni del gruppo di lavoro per le nuove norme EN 14509-1 e -2 era prevista la pubblicazione già nel primo semestre 2019.

 

A livello europeo sono emerse problematiche nell’iter approvativo per molte norme armonizzate nel settore dei prodotti da costruzione. Questo ha comportato una ulteriore revisione formale delle norme che impegnerà il gruppo di lavoro nei prossimi mesi. Per i produttori italiani, che rappresentano una quota significativa del mercato europeo, si tratta approfittare di questo ulteriore tempo a disposizione per approfondire i contenuti e mantenere la competitività che li contraddistingue anche a fronte delle novità normative in arrivo.

 
2 punti srl