Contatti | Mappa del sito
HomeAssociazioneStrumentiApprofondimentiCall center tecnicoImprese e prodottiNotizieIn evidenzaAderire a UNICMIArea Riservata

Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche dell'Involucro e dei serramenti

Martedì, 11 Dicembre 2018
Home arrow Ultime notizie arrow Costruzioni metalliche: la crisi è alla fine
Costruzioni metalliche: la crisi è alla fine PDF Stampa E-mail
settore costruzione metalliche1 aprile 2016

Lo studio UNICMI sulle prestazioni del comparto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Uno studio interamente dedicato alle performance delle carpenterie metalliche operanti nel settore edile volto ad indagarne l’evoluzione negli anni della crisi, dal 2009 al 2014.

Il settore delle costruzioni metalliche – Le performance delle aziende e l’evoluzione della domanda è una pubblicazione realizzata dall’Ufficio Studi Economici di UNICMI e da oggi in vendita nell’area SHOP di Siderweb.

 

«L’obiettivo di tale studio, realizzato per la prima volta ed esclusivamente ad uso interno lo scorso anno e riproposto, affinato e definito nel 2016, è una mappatura sistematica dell’andamento del settore dei costruttori metallici operanti nel settore edile civile, industriale e residenziale. – spiega Carmine Garzia, responsabile scientifico dell’Ufficio Studi Economici di UNICMI – Tale selezione e precisione nella realizzazione del database di indagine permette pertanto di indagare in modo preciso l’andamento del settore e di valutare con precisione se e in quale misura le performance del comparto siano migliorate».

 

La selezione dei player è sintomo degli ultimi contraccolpi della crisi
Lo studio prende in esame i sei anni tra il 2009 e il 2014, periodo dal quale emerge «una piccola ripresa dovuta principalmente all’uscita di scena di player anche di dimensioni rilevanti dal mercato. – afferma Garzia – Si tratta di uno scenario tipico dei momenti finali di una grande crisi».

 

Più grande è anche più forte
Se, come detto, tra le aziende cadute sotto i colpi della crisi non sono mancati anche player di dimensioni importanti, è allo stesso tempo vero che «le aziende con fatturato maggiore ai 10 milioni di euro, corrispondenti a circa il 30% del campione analizzato – descrive Garzia – hanno evidenziato performance migliori rispetto a quelle di minori dimensioni».

 

I presupposti per una ripresa nel 2016 ci sono
Secondo il responsabile dell’Ufficio Studi di UNICMI non mancano indicazioni positive per il comparto delle costruzioni. «Sulla scorta di quanto emerso nell’analisi svolta all’interno della pubblicazione e i successivi e costanti studi che conduciamo – afferma Garzia – ritengo che un inizio di ripresa possa concretizzarsi nel corso del 2016, anche sul mercato italiano. La selezione permetterà alle aziende di beneficiare maggiormente di una domanda orientata alla stabilità».

 

Il lavoro si articola in tre parti:

  1. Analisi delle performance di crescita, di redditività, di produttività e della struttura finanziaria del campione aggregato;
  2. Focus sulle aziende di maggiori dimensioni, con un fatturato superiore ai 10 milioni di Euro;
  3. Analisi della domanda e prospettive di sviluppo del settore delle costruzioni, con focus sulla domanda di costruzioni metalliche.

 

Venduto in esclusiva su

 

PREZZO € 100,00 + iva

 

PER GLI ASSOCIATI UNICMI: sconto pari al 50% del prezzo di copertina, chiedendo il codice sconto a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

 
2 punti srl